aliwebring.gif (12303 byte)

Home | Articoli


ITALY 2004 SRTM MESH SCENERY 

di Pietro Mauri

A cura di Francesco Mandelli

 

All’inizio di novembre sono stati pubblicati i nuovi dati di elevazione per i continenti europeo ed asiatico ottenuti nell’ambito del programma SRTM (Shuttle Radar Topography Mission), che si propone la rilevazione ortografica ad alta risoluzione del nostro pianeta.

La missione SRTM, che ha utilizzato dei sistemi radar appositamente installati a bordo dello Space Shuttle Endeavour, è durata circa 11 giorni nel febbraio 2000, e si è svolta sotto gli auspici della NIMA (National Imagery and Mapping Agency) e della NASA (National Aeronautics and Space Administration).

I dati SRTM sono liberamente scaricabili da qui:

ftp://edcsgs9.cr.usgs.gov/pub/data/srtm/Eurasia/

Si tratta di quadranti di 1 grado lot/lan su base arcgis.

La cosa molto interessante per la simulazione di volo, è che possono essere utilizzati per creare il mesh terrain con una risoluzione che arriva a 3 archi secondo (circa 90 metri per punto alle nostre latitudini), con un miglioramento sostanziale rispetto allo scenario di default che prevede l’utilizzo dei vecchi dati DTED0 con risoluzione a 30 archi secondo (circa 900 metri per punto alle nostre latitudini).

Ancora più interessante è il fatto che la realizzazione di nuovi mesh su base SRTM è di una semplicità incredibile, grazie ad un piccolo programma, SRTMtoBGL, realizzato da Matthew Styles e scaricabile da Avsim:

http://library.avsim.net/sendfile.php?DLID=31670

Questo pacchetto, che contiene tutte le utilità di FS, realizza i mesh su base LOD9 e con 5 punti di interpolazione, ma è possibile modificare i parametri in modo estremamente semplice.

Dove sono allora i problemi di SRTM?

La realizzazione delle mesh con questi dati ha portato in evidenza che esistono, particolarmente nella zona dell’arco alpino, numerosi buchi ed imprecisioni che farebbero perdere valore al mesh SRTM rispetto ad altri prodotti.


Pietro Mauri, che già si era occupato in precedenza di mesh terrain, ha realizzato uno scenario completo per l’Italia, partendo dai dati SRTM e correggendo i punti critici con programmi di CAD geografico quali GRASS e GlobalMapper (per le conversioni dei formati di proiezione) e con sovrapposizione ed interpolazione a dati meno precisi, ma più completi, come quelli dell'Istituto Federale Svizzero di Topografia per il territorio svizzero e dell'Italia nord ovest o quelli dell’Istituto Geografico Militare per Lombardia e Piemonte, ed infine DTED Level 0 per il territorio del quale non era posibile reperire altri dati.

Lo scenario copre tutta la penisola italiana nonchè l'intero arco alpino comprendendo tutta la Svizzera, parte dell'Austria e della Slovenia, nonchè il sudest della Francia (vedi immagine sotto).

Il pacchetto, che pesa compresso circa 95 megabytes, può essere scaricato da qui:

DOWNLOAD

Il risultato finale è il migliore mesh terrain per l’Italia attualmente a disposizione, e per di più freeware.

Sotto vi propongo alcune immagini comparative, riprese in Valle d’Aosta, tra alcuni mesh. Sicuramente il pacchetto di Pietro Mauri è attualmente il meglio che possa essere installato, e mi permetto di consigliarlo a tutti.


Mesh di default scenario FS2004


Mesh con dati puri SRTM elaborati con programma SRTMtoBGL


Mesh con programma Terramesh Lago


Mesh con Italy 2004 SRTM scenery di Pietro Mauri


Vi è poi la prova dell’omino in ammollo:

solo lo scenario di Pietro Mauri è così preciso da rilevare il Monte Stella (la Muntagnetta) di Milano, modesto rilievo artificiale  consistente in materiali di risulta degli edifici distrutti durante la seconda guerra mondiale:

Francesco Mandelli

Novembre 2003


Copyright 2003 by Ali d'Italia. All rights reserved.